IMPRESE

  • Sostenibilità e settore privato, UNGCN Italia: misurare l’impatto è fondamentale per raggiungere gli obiettivi dell'Agenda 2030

    L’integrazione della sostenibilità nel business aziendale ha raggiunto un forte livello di maturità, in Italia e nel mondo. Il focus delle imprese si deve ora concentrare sulla dimensione dell’impatto generato e sulla capacità del settore privato di creare valore condiviso all’interno e all’esterno dell’azienda. Si tratta di una sfida prioritaria, dato che, a metà del percorso fissato dall’Agenda 2030, l’85% dei target fissati è ancora in netto ritardo con la tabella di marcia. È quanto emerso nel corso dell’Italian Business & SDGs Annual Forum, l’appuntamento annuale e itinerante promosso dalla rete italiana dell’UN Global Compact, la più grande iniziativa di sostenibilità d’impresa al mondo. L’edizione 2023 del Forum è stata incentrata sul tema “Imprese e impatto: sostenibilità 5.0” e si è svolta il 17 e il 18 ottobre a Palermo, presso il Palazzo Reale.

  • “Frey: imprese e cittadini, la sostenibilità si costruisce insieme” (video-intervista di askanews)

    Roma (askanews) – Aziende e cittadini impegnati insieme per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità fissati dall’Agenda 2030 dell’Onu. Si tratta di un’alleanza dove i due soggetti sono mossi, ovviamente, da un reciproco vantaggio, ma che mette in evidenza anche una sorta di “debolezza” delle istituzioni, ovvero di quelli che dovrebbero essere gli attori principali, o se vogliamo naturali, delle politiche di sostenibilità ambientale e di innovazione sociale. “Negli ultimi anni le istituzioni hanno perso un po’ della fiducia da parte degli altri attori, mentre si evidenziava una richiesta forte di corresponsabilità – è l’analisi di Marco Frey, Presidente della Fondazione Global Compact Network Italia – per cui le imprese insieme ai cittadini consumatori, e insieme alle istituzioni, sono chiamati a sfide che sono affrontabili solo se fatte appunto ‘insieme’. Vuol dire: io impresa mi impegno a fare qualcosa in cui credo, e in cui percepisco un vantaggio competitivo, però mi aspetto che questo sia riconosciuto. Dalle istituzioni e dai cittadini consumatori, a partire dalle scelte di acquisto”.

  • “Join Nature”: al via il progetto di Fondazione Cariplo, in collaborazione con UNGCN Italia, a supporto di iniziative imprenditoriali per la biodiversità

    Il 18 maggio, ha preso il via il progetto Join Nature”, promosso da Fondazione Cariplo in collaborazione con UN Global Compact Network Italia. L’obiettivo è quello di coinvolgere un gruppo selezionato di imprese per finanziare congiuntamente la realizzazione di interventi a tutela della biodiversità in aree gestite da Parchi o altri enti pubblici. In particolare, i territori dove sarà possibile implementare le diverse iniziative sono otto: Parco Agricolo Nord Est, Comunità Montana di Valle Camonica, Comunità Montana di Valle Trompia, Comunità Montana Laghi Bergamaschi, Parco Alto Garda Bresciano, Riserva Naturale Pian di Spagna, PLIS del Brembiolo e Comuni del Cremonese.

    Le risorse stanziate da Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto ammontano ad 1 milione di euro, che si sommeranno a quelle che messe a disposizione delle aziende stesse. Gli interventi, la cui realizzazione sarà in capo agli enti gestori delle aree menzionate, spaziano dalla forestazione al ripristino di habitat (es. aree umide, prati fioriti per insetti impollinatori) o alla riqualificazione fluviale.

  • “Oltre lo Specchio” | Il 23/11 Milano ospiterà il settimo LGBT Business Forum di Parks – Liberi e Uguali

    oltre lo specchio il 23 11 milano ospitera il settimo lgbt business forum di parks liberi e uguali 1

    Si terrà venerdì 23 novembre 2018 (dalle 9 alle 17.30) a Milano, presso la Sala Shakespeare del Teatro Elfo Puccini, la settima edizione dell’LBGT Business Forum promosso da Parks – Liberi e Uguali.

    Anche quest'anno, il Forum sarà un momento di studio e approfondimento per fornire alle imprese, alle istituzioni e a chi parteciperà a questa giornata di condivisione e riflessione, gli strumenti per l’innovazione e la competitività in un mondo dove il valore si genera con il talento e con la partecipazione autentica delle persone ad un progetto di crescita comune.

    L’evento è stato chiamato “Oltre lo specchio” proprio perché nell’occasione - anche grazie al palcoscenico teatrale e alle suggestioni offerte da una favola famosa e amata – si parlerà dell’importanza di non fermarsi al proprio riflesso nello specchio, provando ad andare sempre oltre.

    Insieme, si cercherà di capire quanto le diverse culture aziendali possono fare per creare inclusione e vedere il mondo che c’è al di fuori di noi. Senza paura.

    Il Forum 2018 si declinerà in tre principali momenti di conversazione:
    1. Alt(r)i punti di vista. (Parleranno le CEO e i CEO)
    2. Belle storie (e le vite degli altri). (Racconteremo le esperienze delle aziende virtuose) 
    3. Di cultura e di paura. (Perché è cosi difficile creare una cultura inclusiva nella società. Di che cosa abbiamo paura?)

    Nel corso della giornata verranno presentati i risultati della quinta edizione del Parks LGBT Diversity Index e verranno premiati i vincitori.

    L'AGENDA è stata pubblicata nel sito dedicato all'evento e da cui è possibile iscriversi: www.lgbtpeopleatwork.it

  • 19-20 ottobre 2021 | Sesto SDG Forum su Imprese, Migranti e Lavoro dignitoso (Bari/online)

    Questo sarà il tema al centro della sesta edizione dell’Italian Business & SDGs Annual Forum,l’appuntamento annuale promosso dall’UN Global Compact Network Italia con l’obiettivo di creare un’occasione di dialogo e confronto tra rappresentanti del mondo delleaziende, delle Istituzioni, della società civile, di enti accademici e di ricerca, sul ruolo che il settoreprivato è chiamato a giocare per il raggiungimento dell’Agenda 2030 ONU per lo Sviluppo Sostenibile.

    Quello delle migrazioni è un fenomeno che ha da sempre caratterizzato la storia e le società, registrando negli ultimi decenni un’accelerazione anche dovuta all’inasprimento delle disuguaglianze sociali ed economiche e al verificarsi di eventi climatici estremi. Il tema è fortemente collegato al mondo del lavoro: secondo le recenti stime globali dell’ILO sui lavoratori migranti, dei 244 milioni di migranti internazionali oltre 150 milioni risultano impiegati nella forza lavoro globale.

  • 3° edizione SDG Forum | Matera, 11 – 12 ottobre | E' disponibile il programma dei lavori con i relatori che interverranno e le aziende che presenteranno le loro testimonianze

    È ormai alle porte la terza edizione dell’Italian Business & SDGs Annual Forum (SDG Forum), appuntamento annuale del Global Compact Network Italia (GCNI), che quest’anno approda a Matera l’11 e il 12 ottobre. L’evento è organizzato con la collaborazione della FEEM - Fondazione Eni Enrico Mattei, con il patrocinio di Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), Comune di Matera, Confindustria Basilicata, Fondazione Matera-Basilicata 2019 e il supporto di Edison, Ergo, Leonardo, Reale Mutua e Terna.

    Il Forum prevedrà tre sessioni nella prima mezza giornata a carattere più seminariale e di dibattito, seguite il 12 ottobre da una parte più operativa e partecipata di lavori in gruppi.

    Apriranno il Forum l’11 ottobre gli interventi istituzionali di Marco Frey, Presidente del GCNI, Paolo Carnevale, Direttore della FEEM, il Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri e Pasquale Lorusso, Presidente di Confindustria Basilicata.

  • Aziende e persone LGBTI: Elenco Relatori 30 ottobre 2018, Milano

    Global Compact Network Italia in collaborazione con l’Alto Commissariato delle Nazioni  Unite per i Diritti Umani, Parks – Liberi e Uguali ed EDGE – Excellence and Diversity by GLBT Executives

    Il ruolo delle imprese nell’inclusione delle persone LGBTI. Linee guida ONU e best practice italiane ed internazionali.

    30 ottobre 2018, dalle ore 16.00


    Milano, presso Edison SpA (Sala Azionisti) - Foro Bonaparte, 31

  • Inclusione persone LGBTI nelle imprese: Linee guida ONU e best practice (30 ottobre 2018, Milano)

    Global Compact Network Italia in collaborazione con l’Alto Commissariato delle Nazioni  Unite per i Diritti Umani, Parks – Liberi e Uguali ed EDGE – Excellence and Diversity by GLBT Executives

    Il ruolo delle imprese nell’inclusione delle persone LGBTI. Linee guida ONU e best practice italiane ed internazionali.

    30 ottobre 2018, dalle ore 16.00


    Milano, presso Edison SpA (Sala Azionisti) - Foro Bonaparte, 31

  • Joining forces to respond to the COVID-19 pandemic

    The Ten Principles of the United Nations Global Compact to guide business leaders in responding to the crisis

     

    The Global Compact, the world's largest corporate sustainability initiative, calls on business leaders around the world to unite to support workers, communities and companies affected by the COVID-19 pandemic. A coordinated international plan, involving the private sector, will be critical to support the people and companies affected, limit further disruption to the economy and facilitate business continuity for a rapid recovery. The Ten Principles of the Global Compact can be a source of inspiration for companies to respond to the crisis and uncertainty of this time.
    The Ten Principles and the SDGs are also an important guide to think about "afterwards", to continue working together – now more than ever – to create a new economy and a new society, both more resilient, healthy, fair and capable of living in balance with nature.

  • L’impegno delle imprese italiane per la decarbonizzazione: questo il tema al centro del sesto Business & SDGs High Level Meeting

    A cinque anni dall’entrata in vigore dell’Accordo di Parigi sul Clima, è ancora lontano il raggiungimento l’obiettivo di contenimento dell'aumento della temperatura media globale al di sotto della soglia di 2°C oltre i livelli pre-industriali, limitando tale incremento a 1.5°C. Nel 2020, l’Emissions Gap Reportdell’UNEP ha registrato una crescita della temperatura globale che supera i 3°C. 

    Molti Paesi nel mondo stanno mettendo al centro dei piani di recovery dalla pandemia di Covid-19 l’attenzione alla transizione verde, e questo rappresenta un’opportunità senza precedenti per creare i cambiamenti strutturali necessari per una riduzione sostanziale delle emissioni.
    L’Unione Europea si prepara a giocare un ruolo di leadership per un’economiaNet-Zero, partendo proprio da due importanti strumenti quali il Green Deal – piano d’azione e di finanziamento per una riduzione del 55% delle emissioni entro il 2030 e il raggiungimento della neutralità climatica entro il 2050, e il Next Generation EU, fondo istituito per supportare gli Stati europei nella gestione della crisi pandemica e sensibilmente orientata verso la lotta al Climate Change, con almeno il 30% delle risorse dedicate alla transizione energetica.

  • L’impegno delle imprese per People e Prosperity: il tema al centro dell’ottavo Business & SDGs High Level Meeting

    In Italia, così come nel resto del mondo, stiamo assistendo all’esacerbarsi di diverse problematiche sociali, come la crescita delle disuguaglianze, della povertà assoluta e dei fenomeni di esclusione sociale. Dal Rapporto annuale 2022 dell’Istat è emerso che il 9,4% della popolazione italiana si trova in condizione di povertà assoluta – dato che dal 2005 al 2021 si è quasi triplicato, passando da 1,9 a 5,6 milioni. Inoltre, il Rapporto evidenzia come in Italia la condizione di povertà permanga anche in presenza di un’occupazione (fenomeno deiworking poors): quasi un terzo dei lavoratori dipendenti, ovvero il 29,5%, ha una retribuzione lorda annuale inferiore ai 12 mila euro. Un ulteriore dato sfavorevole, che si registra al livello nazionale, è relativo alla cosiddetta “mobilità sociale” che determina la possibilità per un individuo di migliorare il proprio status nella società. Nel Global Social Mobility Index, pubblicato dal World Economic Forum nel 2020, l’Italia si colloca al 34° posto – ultima tra i principali Paesi industrializzati –, soprattutto a causa dell’alta percentuale di inattivi tra i giovani e delle limitate possibilità di formazione continua, sia per i lavoratori che per i disoccupati. Vi è, infine, l’obiettivo dell’eliminazione del Gender Gap che risulta ancora lontano dall’esser raggiunto: secondo i dati Istat di febbraio 2023 sulla situazione del mercato del lavoro in Italia, il divario di genere in Italia resta su livelli preoccupanti ed è pari al 18,5%.

  • Migranti, aziende e lavoro dignitoso: Bari diventa Capitale dello Sviluppo Sostenibile con il sesto SDG Forum del Global Compact ONU

    La città di Bari si prepara ad ospitare la sesta edizione dell’Italian Business & SDGs Annual Forum, promossa dall’UN Global Compact Network Italia con il supporto di Andriani S.p.A. Società Benefit e che si terrà il 19 e 20 ottobre 2021 presso la Camera di Commercio in Corso Cavour, 2. Sarà possibile partecipare all’evento anche tramite collegamento in videoconferenza.

    Dopo Venezia, Lucca, Matera, Trieste e Roma, l’SDG Forum del Global Compact torna in una città del Sud Italia per stimolare il confronto e l’approfondimento sul tema Migrazioni e Lavoro dignitoso, tematica attuale e prioritaria per l’agenda politica del nostro Paese, rispetto alla quale non solo la società civile ed il mondo associativo, ma anche il settore imprenditoriale, primariamente attraverso la garanzia di pari opportunità di assunzione, crescita e sviluppo, carriera, possono attivarsi e giocare un ruolo cruciale,.

    Quello delle migrazioni è un fenomeno che ha da sempre caratterizzato la storia e le società, registrando negli ultimi decenni un’accelerazione anche dovuta all’inasprimento delle disuguaglianze sociali ed economiche e al verificarsi di eventi climatici estremi. Il tema è fortemente collegato al mondo del lavoro: secondo le recenti stime globali dell’ILO – International Labour Organization - sull’immigrazione, dei 244 milioni di migranti internazionali oltre 150 milioni risultano impiegati nella forza lavoro globale.

  • Raccomandazioni dal Global Compact Network Italia su come approcciare la crisi.

    Il 3 aprile si è tenuto il primo webinar del ciclo straordinario di appuntamenti organizzato dall’Academy del Global Compact per supportare le aziende di tutto il mondo nella gestione della crisi provocata dalla pandemia di COVID-19.

    Sono intervenuti: Amina J Mohammed, UN Deputy Secretary-General; Lise Kingo, CEO e Executive Director del Global Compact; Alan Jope, CEO di Unilever.

    Con i loro contributi, gli speaker hanno tracciato le linee guida di un approccio all’emergenza globale che resti saldamente ancorato ai principi dell’etica dell’economia e dello sviluppo sostenibile. In questo tempo di incertezza, si rafforza l’esigenza di uno sforzo coordinato e reciprocamente ispirato fra tutti gli attori in campo.

  • Si è tenuto fra i Sassi di Matera il Forum di imprese, istituzioni e settore non profit per lo sviluppo sostenibile promosso da Global Compact Network Italia

    (Matera 12 ottobre 2018) L’11 e il 12 ottobre la città di Matera ha ospitato - presso la Mediateca Provinciale - l’Italian Business & SDGs Annual Forum2018 appuntamento annuale con focus sullo sviluppo sostenibile promosso dal Global Compact Network Italia (GCNI). Questa terza edizione del Forum è stata organizzata in collaborazione con la Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) ed ha riunito oltre 100 rappresentati di aziende, istituzioni, organizzazioni non profit e della società civile.

    La due giornate di lavori sono iniziate con i saluti e gli interventi di M. Frey e P. Carnevale – rispettivamente, Presidente di GCNI e Direttore Esecutivo della FEEM. “Essere sostenibili è sempre più urgente, oltre che essenziale. La sostenibilità passa necessariamente attraverso una gestione strategica delle sfide globali e locali, come ad esempio quella della salvaguardia dell’ambiente. L’approccio strategico, a sua volta, non può prescindere dall’azione in partnership ed il Global Compact può essere definito un grande partenariato multi-stakeholder”, questo l’incipit di M. Frey in apertura del Forum.

  • SPECIAL WEBINAR SERIES, unendo imprese per rispondere alla pandemia di COVID-19

    In risposta al periodo di emergenza che stiamo attraversando e che ha impattato in modo significativo sulle modalità di lavoro abituali, il Global Compact Network Italia ha deciso di organizzare una serie di quattro webinar programmati tra i mesi di aprile e maggio e focalizzati su alcuni temi rilevanti per lo sviluppo sostenibile.

    Con questa serie, il Network ha voluto “riconvertire” in modalità online alcuni appuntamenti già in programma per l’anno in corso, al fine di portare avanti con continuità la sua azione di supporto e sensibilizzazione rivolta a tutti gli attori italiani (business e non business) che fanno parte del grande movimento UN Global Compact.

  • UN Global Compact Network Italia lancia il Manifesto “Imprese per le Persone e la Società”. Firmatari promotori i Ceo di 15 aziende italiane

    Rafforzare il ruolo della dimensione Sociale nelle strategie aziendali per generare valore a lungo termine anche nelle catene di fornitura e nelle comunità di appartenenza. È l’impegno assunto dagli amministratori delegati e presidenti di 15 realtà italiane che ieri a Roma hanno firmato il Manifesto “Imprese per le Persone e la Società” proposto dall’UN Global Compact Network Italia, rete locale del Global Compact delle Nazioni Unite, la più grande iniziativa di sostenibilità d’impresa al mondo.

  • Unendo imprese per rispondere a COVID-19 attraverso i 10 Principi

    I Dieci Principi del Global Compact delle Nazioni Unite per guidare i business leader nel rispondere alla crisi

     

    Il Global Compact, la più grande iniziativa di sostenibilità d’impresa a livello globale, invita i leader aziendali di tutto il mondo a unirsi per sostenere i lavoratori, le comunità e le aziende colpite dalla pandemia COVID-19. Un piano internazionale coordinato, che coinvolga il settore privato, sarà fondamentale per sostenere le persone e le aziende interessate, limitare ulteriori perturbazioni dell'economia e facilitare la continuità del business per una rapida ripresa. I Dieci Principi del Global Compact possono essere fonte di ispirazione, per le aziende, per rispondere alla crisi ed all’incertezza di questo tempo.
    Dieci Principi ed SDGs sono, poi, anche un’importante guida per pensare al “dopo”, per continuare a lavorare insieme – ora più di prima – per la realizzazione di una nuova economia ed una nuova società. Entrambe, più resilienti, sane, eque e capaci di vivere in equilibrio con la natura.

  • UNGCN Italia | Report ottava edizione CEO Meeting sulla dimensione sociale della sostenibilità

    L’UN Global Compact Network Italia pubblica il Report dell’ottava edizione del “Business & SDGs High Level Meeting”, tenutasi lo scorso 20 giugno in modalità mista Roma/online. L’evento, che è stato ospitato da Aeroporti di Roma, ha visto la partecipazione di 14 Amministratori Delegati, Presidenti e top manager di aziende italiane aderente a UNGC ed impegnate nell’avanzamento dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

  • UNGCN Italia | Report sesta edizione CEO Meeting su imprese e decarbonizzazione

    L’UN Global Compact Network Italia pubblica il Report della sesta edizione del “Business & SDGs High Level Meeting”, tenutasi lo scorso 13 maggio in modalità mista Roma/online. L’evento, che è stato ospitato da Acea, ha visto la partecipazione di oltre 30 Presidenti ed Amministratori Delegati di grandi aziende italiane impegnate per l’Agenda 2030 ONU per lo Sviluppo sostenibile.

ADHERING AS FOUNDERS

deco industrie

a2a

ergo

ergo

ergo

acea

eni

-new

edison

a2a

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

telecom italia

ergo

terna

ergo

ergo

cittadinanzattiva

ergo

ergo

ergo

sodalitas

intesa san paolo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

unicredit

pentapolis

ergo

gse

fondazione sviluppo sostenibile

ergo

barilla

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

cariparma

sofidel

ergo

ergo

ergo

ergo

cittadinanzattiva

cittadinanzattiva

a2a

ergo

enel

ergo

aatlantia

Venice International University

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

universita ca foscari venezia

cittadinanzattiva

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

snam rete gas eni

ergo

gruppo generali

ergo