PMI

  • Bilancio di quanto fatto e priorità per il 2020

    La principale sfida del 2018 era stata, per il Network, quella di “recepire” al livello locale il modello di governance “One Global Compact”lanciato dalle Nazioni Unite e caratterizzato, principalmente, da due elementi di originalità: un più stretto coordinamento, rispetto al passato, tra gli Uffici di New York e i Network Locali attivi nel mondo; il lancio di nuovi strumenti e occasioni di scambio sui temi della sostenibilità al livello internazionale (come ad esempio, la SDGs Academy o le Action Platform) a fronte di un maggiore impegno finanziario a supporto dell’iniziativa richiesto agli attori profit in essa coinvolti. Nel 2019, al livello locale, il nuovo modello si è andato consolidando, forte anche di un trendcontinuativo di crescita della base italiana del movimento, così come del progressivo incremento delle adesioni al Network italiano del Global Compact (GCNI) in qualità di “Fondatori”.

    Nel corso dell’anno che si sta per chiudere, sono stati anche rinnovati gli organi statutari della Fondazione con una conferma della Presidenza, di alcuni membri del Consiglio Direttivo, e con l’ingresso nel board di nuove aziende, con profili di sostenibilità maturi e nuove propositività.

  • La sostenibilità per le PMI: un’opportunità di business

    Le Piccole e Medie Imprese affrontano sfide importanti nel concretizzare il percorso di sostenibilità aziendale. L’incontro, promosso dall’UN Global Compact Network Italia per il prossimo 5 aprile, si propone di evidenziare i vantaggi loro offerti con la partecipazione alla più grande iniziativa globale sul tema: il Global Compact delle Nazioni Unite. Attualmente, la maggior parte degli aderenti all’UN Global Compact è rappresentata da PMI, realtà con meno di 250 dipendenti, contando circa 9.000 partecipanti sugli oltre 15.000 totali.

    Il webinar si rivolge alle PMI interessate a conoscere meglio l’iniziativa UN Global Compact e le opportunità offerte dal Network italiano, presentando una panoramica degli strumenti di sostenibilità potenzialmente utili a realtà di piccole dimensioni nei campi dell’autovalutazione, della pianificazione e reportistica basate sugli SDGs; della gestione della diversità e dell’inclusione; degli approvvigionamenti circolari nel settore privato.

  • La sostenibilità per le PMI: un’opportunità di business – Webinar 24 febbraio 2022

    Le Piccole e Medie Imprese affrontano sfide importanti nel concretizzare il percorso di sostenibilità aziendale. L’incontro, promosso dall’UN Global Compact Network Italia per il prossimo 24 febbraio, si propone di evidenziare i vantaggi loro offerti con la partecipazione alla più grande iniziativa globale sul tema: il Global Compact delle Nazioni Unite. Attualmente, la maggior parte degli aderenti all’UN Global Compact è rappresentata da PMI, realtà con meno di 250 dipendenti, contando circa 9.000 partecipanti sugli oltre 15.000 totali.

    Il webinar si rivolge alle PMI interessate a conoscere meglio l’iniziativa UN Global Compact e le opportunità offerte dal Network Locale italiano, presentando una panoramica degli strumenti di sostenibilità potenzialmente utili a realtà di piccole dimensioni nei campi dell’autovalutazione, della pianificazione e reportistica basate sugli SDGs; della gestione della diversità e dell’inclusione; degli approvvigionamenti circolari nel settore privato.

  • Piccole imprese, grande impatto: 4 motivi per cui le PMI dovrebbero considerare prioritaria la sostenibilità

    Le imprese di piccole e medie dimensioni sono il motore della crescita per il settore privato, sia nei Paesi avanzati che in quelli in via di sviluppo. Con le crescenti preoccupazioni derivanti dai cambiamenti climatici e dalle disuguaglianze sociali, le PMI non possono esimersi dall’integrare i criteri di sostenibilità nelle proprie strategie aziendali.

    Per accompagnare le piccole e medie imprese in questo percorso, il Global Compact delle Nazioni Unite ha ideato un nuovo programma di apprendimento online: «Small Business, Big Impact: A Six-Step Journey to Drive Sustainability and Business Growth». Il training verrà lanciato il 30 maggio e sarà disponibile in inglese, arabo, francese, portoghese e spagnolo. La registrazione è aperta e gratuita per tutte le PMI.

  • UNGCN Italia: un percorso di formazione dedicato alle PMI italiane per colmare il gap sulla sostenibilità

    Le piccole e medie imprese italiane hanno ancora un ampio margine di miglioramento in tema di sostenibilità e circa la metà di loro intraprende azioni di tutela ambientale e responsabilità sociale. Si inserisce in questo contesto “La sostenibilità per le piccole e medie imprese: sfide, strumenti e opportunità”, il percorso che il Network italiano del Global Compact delle Nazioni Unite promuove a favore delle PMI, per supportarle nel rafforzamento delle competenze di sostenibilità aziendale.

ADHERING AS FOUNDERS

ergo

terna

cittadinanzattiva

ergo

Venice International University

barilla

ergo

ergo

cariparma

gruppo generali

ergo

telecom italia

deco industrie

enel

a2a

eni

-new

ergo

edison

sofidel

fondazione sviluppo sostenibile

ergo

aatlantia

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

a2a

sodalitas

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

a2a

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

cittadinanzattiva

intesa san paolo

ergo

cittadinanzattiva

ergo

snam rete gas eni

ergo

acea

ergo

pentapolis

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

unicredit

ergo

ergo

ergo

ergo

universita ca foscari venezia

gse

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo

ergo