BusinessSDGs DEF

Diritti Umani
Supply Chain
Ambiente
Lotta alla Corruzione
Fondatori e Partecipanti
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10

Ansaldo

acea

a2a

universita ca foscari venezia

atlantia

a2a

terna

telecom italia

sofidel

cariparma

pentapolis

a2a

a2a

a2a

unicredit

fondazione sviluppo sostenibile

a2a

edison

gruppo generali

gse

italcementi

intesa san paolo

a2a

Venice International University

a2a

a2a

a2a

Ergo Italia

sodalitas

enel

fondazione eni enrico mattei

snam rete gas eni

deco industrie

Calendario
26 Set 2016

Il prossimo 26 settembre (a partire dalle ore 9.30) si terrà a Venezia presso la VIU - Venice International University sull'Isola di San Servolo, la prima edizione dell’Italian Business & SDGs Annual Forum. Il Forum è promosso dalla Fondazione Global Compact Network Italia con la collaborazione di VIU e dell'Università Ca' Foscari di Venezia ed il sostegno di FriulAdria ed Edison SpA.

L'incontro è concepito come importante occasione per un confronto multi-stakeholder sul ruolo che il settore privato è chiamato a giocare a supporto del raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite per il 2030. Il focus sarà approfondito mediante l’identificazione e la condivisione di: esperienze e conoscenze, questioni d’interesse, argomenti di discussione, esigenze di approfondimento, indirizzi progettuali.

14 Ott 2016

Il Gruppo di Lavoro “Anti-Corruzione” della Fondazione Global Compact Network Italia tornerà a riunirsi il prossimo il 14 ottobreRoma. Il meeting avrà come focus di approfondimento il tema: “La gestione dei rapporti con la Pubblica Amministrazione”.

Notizie

tempioIl prossimo 26 settembre si terrà a Venezia, sull’Isola di San Servolo, l’“Italian Business & SDGs Annual Forum” promosso dalla Fondazione Global Compact Network Italia (Fondazione GCNI) in collaborazione con la VIU – Venice International University e l’Università Ca’ Foscari di Venezia e con il sostegno di FriulAdriaed Edison SpA.

Il Forum riunirà aziende di tutte le dimensioni, provenienti da vari settori produttivi purchè impegnate, o intenzionate a farlo, nell’implementazione dell’Agenda per il 2030 delle Nazioni Unite. Parteciperanno, inoltre, rappresentanti delle Istituzioni, della società civile, di enti accademici e di ricerca.

L'incontro è concepito come importante occasione per un confronto multi-stakeholder sul ruolo che il settore privato è chiamato a giocare a supporto del raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile(SDGs) delle Nazioni Unite per il 2030. Il focus sarà approfondito mediante l’identificazione e la condivisione di: esperienze e conoscenze, questioni d’interesse, argomenti di discussione, esigenze di approfondimento, indirizzi progettuali.

tempioLa Fondazione Global Compact Network Italia fra gli enti organizzatori del seminario “L’Agenda 2030 e i Sustainability Goals” che si terrà il 5 ottobre dalle ore 11.00 alle ore 12.30 nell’ambito dell’edizione 2016 del Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale presso l’Università Bocconi, via Roentgen 1, a Milano.

lenteIl Network, che oggi raccoglie i CSR manager di oltre 100 aziende, è diventato il rappresentante per l’Italia del World Business Council for Sustainable Development (WBCSD) Global Network, la rete costituita da oltre 60 organizzazioni di imprese nel mondo, unite nell’impegno per promuovere lo sviluppo sostenibile presso la business leadership dei rispettivi paesi.

lenteLo scorso 30 giugno a Brussels sono stati eletti il nuovo Presidente e la nuova Vice-Presidente di CSR Europe, che resteranno in carica fino all’Assemblea Generale del 2019.

tempioLa Fondazione Global Compact Network Italia ha partecipato, insieme al CSR Manager Network ed a Fondazione Sodalitas alla Consultazione pubblica sull’attuazione della Direttiva 2014/95/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 22 ottobre 2014, recante modifica della direttiva 2013/34/UE per quanto riguarda la comunicazione di informazioni di carattere non finanziario e di informazioni sulla diversità da parte di talune imprese e di taluni gruppi di imprese di grandi dimensioni.

gcniIl Global Compact delle Nazioni Unite ha pubblicato di recente il "White Paper: The UN Global Compact Ten Principles and the Sustainable Development Goals: Connecting, Crucially", documento finalizzato ad illustrare le connessioni filosofiche e pratiche esistenti tra i Dieci Principi dello UN Global Compact e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite.

gcniIl Global Compact delle Nazioni Unite ed il Global Reporting Initiative (GRI) hanno sottoscritto un nuovo Memorandum d’Intesa che definisce una collaborazione continuativa fra le due organizzazioni per i prossimi tre anni. La collaborazione, in generale, sarà finalizzata a potenziare il contributo del settore privato al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite.

gcniNelle date del 22 e 23 giugno si è tenuto, a New York, il Leaders Summit 2016, appuntamento promosso con cadenza triennale dal Global Compact delle Nazioni Unite e rivolto ai vertici (Presidenti, AD, Top Manager) delle aziende ed organizzazioni che aderiscono all’iniziativa onusiana. Il Leaders Summit è, in generale, l’occasione per un confronto di alto profilo sull’andamento e lo sviluppo dell’UN Global Compact al livello mondiale. In rappresentanza del Network Italiano del Global Compact ha partecipato il prof. Marco FreyPresidente della Fondazione Global Compact Network Italia.

lenteLo scorso 30 giugno a Brussels sono stati eletti il nuovo Presidente e la nuova Vice-Presidente di CSR Europe, che resteranno in carica fino all’Assemblea Generale del 2019.

Hans Daems, Group Public Affairs Officer di Hitachi Europa, ha assunto il ruolo di Presidente, mentre a Marina Migliorato, manager di Enel, Responsabile dell’area Sustainability Innovation & Stakeholders Engagement, è stata affidata la Vice-Presidenza.

Per un approfondimento, clicca qui

gcniLo United Nations Institute for Training and Research (UNITAR) di Ginevra promuove il corso Introduction to Corporate Social Responsibility (CSR) che si terrà in modalità web dal 4 al 22 luglio 2016.
Il corso è finalizzato a formare figure in grado di promuovere la sostenibilità e di contribuire positivamente ai processi di orientamento alla CSR delle organizzazioni.
I partecipanti acquisiranno conoscenze teoriche e pratiche fondamentali sui temi, avendo come quadro di riferimento le strategie e politiche onusiane sulla sostenibilità/CSR.

Per un approfondimento sull’iniziativa: https://www.unitar.org/event/full-catalog/introduction-corporate-social-responsibility-0

Il termine ultimo per inviare la propria iscrizione è fissato al 3 luglio.

gcniL'International Training Centre dell'ILO (International Labour Organization) sta organizzando un corso di formazione sugli International Labour Standards e la Corporate Social Responsibility che si terrà a Torino dal 21 al 25 novembre 2016.
Il corso è finalizzato a rafforzare la capacità dei participanti di comprendere i principi alla base degli standard internazionali sul lavoro, la loro declinazione nell'ambito delle operazioni quotidiane delle imprese e, più in dettaglio, la relazione tra i suddetti standard e le politiche e le pratiche di CSR.

Link per un approfondimento sull'iniziativa: http://www.itcilo.org/en/areas-of-expertise/enterprise-development/international-labour-standards-and-corporate?set_language=it

tempioLa Fondazione Global Compact Network Italia ha partecipato, insieme al CSR Manager Network ed a Fondazione Sodalitas alla Consultazione pubblica sull’attuazione della direttiva 2014/95/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 22 ottobre 2014, recante modifica della direttiva 2013/34/UE per quanto riguarda la comunicazione di informazioni di carattere non finanziario e di informazioni sulla diversità da parte di talune imprese e di taluni gruppi di imprese di grandi dimensioni.

Il contributo congiunto prodotto dalle tre organizzazioni di cui sopra, è stato inviato lo scorso 3 giugno all’Ufficio IV – Direzione IV del Dipartimento del Tesoro del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Per eventuali chiarimenti e/o approfondimenti, inviare una e-mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I Dieci Principi
I
Principio I: Alle imprese è richiesto di promuovere e rispettare i diritti umani universalmente riconosciuti nell'ambito delle rispettive sfere di influenza; e di
II
Principio II: assicurarsi di non essere, seppure indirettamente, complici negli abusi dei diritti umani.
III
Principio III: Alle imprese è richiesto di sostenere la libertà di associazione dei lavoratori e riconoscere il diritto alla contrattazione collettiva;
IV
Principio IV: l'eliminazione di tutte le forme di lavoro forzato e obbligatorio;
V
Principio V: l'effettiva eliminazione del lavoro minorile;
VI
Principio VI: l'eliminazione di ogni forma di discriminazione in materia di impiego e professione.
VII
Principio VII: Alle imprese è richiesto di sostenere un approccio preventivo nei confronti delle sfide ambientali; di
VIII
Principio VIII: intraprendere iniziative che promuovano una maggiore responsabilità ambientale; e di
IX
Principio IX: incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie che rispettino l'ambiente.
X
Principio X: Le imprese si impegnano a contrastare la corruzione in ogni sua forma, incluse l'estorsione e le tangenti.

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.