Principio VII
Alle imprese è richiesto di sostenere un approccio preventivo nei confronti delle sfide ambientali

Principio VIII
Alle imprese è richiesto di intraprendere iniziative che promuovano una maggiore responsabilità ambientale

Principio IX
Alle imprese è richiesto di incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie che rispettino l'ambiente


Un'azione concreta in difesa dell'ambiente iniziò nel 1972 con l'istituzione del Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente (UNEP). L'UNEP ha diretto e incoraggiato partenariati per la tutela dell'ambiente tramite, ad esempio, i Multilateral Enviromental Agreements che, al livello sia locale che globale, hanno affrontato problematiche quali le specie in via d'estinzione o i bisogni della conservazione e gestione delle risorse naturali. L'UNEP ha elaborato la maggior parte della legislazione internazionale attualmente esistente in materia di tutela ambientale.

I tre principi sulla tutela dell'ambiente espressi dal Global Compact sono stati tratti dalla Dichiarazione dei Principi e dal Piano d'Azione Internazionale delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Agenda 21) definito dalla Conferenza delle Nazioni Unite sull'Ambiente e lo Sviluppo, riunitasi a Rio de Janeiro dal 3 al 14 Giugno 1992. Il capitolo 30 dell'Agenda 21 esprime il concetto che il commercio e il mondo imprenditoriale dovrebbero svolgere un ruolo fondamentale nella salvaguardia delle risorse naturali e dell'ambiente. In particolare le imprese possono contribuire con l'uso di produzioni più pulite e una conduzione aziendale più responsabile.

I tre principi del Global Compact inerenti alla tutela dell'ambiente sono un punto di partenza per le imprese per affrontare le sfide chiave per la tutela dell'ambiente. In particolare i principi promuovono l'azione in aree quali la ricerca, l'innovazione, la cooperazione, la formazione e l'autoregolamentazione, in quanto tali azioni possono affrontare positivamente questioni quali il degrado ambientale e i danni consistenti ai sistemi vitali del pianeta generati dalle attività umane.

Condividi
Calendario
30 Mag 2017

La Fondazione Global Compact Network Italia ha organizzato, per il prossimo 30 maggio, dalle ore 10.30 alle ore 12.30, un Webinar sulle Communication on Progress – Livello “Advanced”.

Il Webinar costituisce il secondo appuntamento del Ciclo di Webinar sugli strumenti di rendicontazione del Global Compact delle Nazioni Unite (UNGC) promosso dalla Fondazione ed aperto a tutte le organizzazioni italiane aderenti all’UNGC.

► Il target dell’iniziativa è composto da aziende aderenti all’UNGC ed interessate ad approfondire i requisiti per il passaggio dallo status di “Active” a quello di “Advanced” nell’ambito del Programma di Differenziazione delle Communication on Progress avviato nel 2011 dall’Ufficio del Global Compact di New York.

Il seminario sarà focalizzato sui criteri di qualificazione della Communication on Progress come “Advanced”. Più in particolare, in occasione dell’incontro, sarà analizzato analiticamente il questionario di self-assessment che le imprese sono chiamate a compilare in fase di trasmissione del documento all’Ufficio del Global Compact al fine di qualificare la propria COP come “Advanced”. Alcune best practice saranno condivise con i partecipanti e discusse in maniera interattiva.

Per via della natura interattiva dell’incontro, la partecipazione al seminario è limitata ad un massimo di 15 connessioni attive e la registrazione è obbligatoria.

► Per registrarsi al Webinar, scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

06 Giu 2017

Il prossimo 6 giugno si terrà a Rimini, in piazza Cavour presso il Teatro Galli, dalle 9.00 alle 21.00, il Green Social Economy Summit, promosso da The Best Solutions Group a chiusura del Green Social Festival.

La Fondazione Global Compact Network Italia è tra gli enti che patrocinano e sostengono il Summit.

L’evento è la prima “messa in scena” delle visioni e delle buone pratiche del pensare e fare economia civile applicata allo sviluppo sostenibile del Paese.

I protagonisti del Summit saranno gli imprenditori con le loro imprese, le associazioni con i loro maker, gli esponenti economici, culturali, sociali e istituzionali del Paese che con idee e visioni che vale la pena raccontare, diffondere e anticipare, costruiscono un futuro, a partire dall’oggi, con progettualità ed azioni a sostegno di uno sviluppo etico e sostenibile, con pratiche effettive che riguardano l’intraprendenza civile.

Subito dopo l'apertura dei lavori, si terrà una sessione dedicata a "UN GLOBAL NETWORK ITALIA: NAZIONE UNITE, LE PRATICHE NELLA VISIONE GLOBALE DELLA SOSTENIBILITÀ D'IMPRESA", nell'ambito della quale interverrà la Fondazione Global Compact Network Italia.

Per il programma completo del Summit, clicca qui.

>> Link al biglietto elettronico (Eventbride)
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-green-social-economy-summit-34165974349

Fondatori e Partecipanti

Ergo Italia

a2a

pentapolis

edison

a2a

fondazione eni enrico mattei

a2a

sofidel

deco industrie

gruppo generali

Ansaldo

sodalitas

telecom italia

acea

bnl

enel

a2a

snam rete gas eni

bnl

a2a

cariparma

fondazione sviluppo sostenibile

terna

bnl

atlantia

a2a

unicredit

Venice International University

a2a

a2a

gse

italcementi

intesa san paolo

a2a

universita ca foscari venezia

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.