B TOGETHER FOR UCRAINA: Reale Foundation promuove un ecosistema virtuoso per affrontare l’emergenza umanitaria

Reale Foundation – la Fondazione Corporate di Reale Group, ha messo in campo una serie di iniziative di sostegno alla crisi dell’emergenza umanitaria in Ucraina. Insieme all’Ospedale Infantile Regina Margherita, CasaOz, UGI, Sermig, Adisco Sezione Piemonte e Protezione Civile, haofferto accoglienza e supporto alle famiglie ucraine, composte principalmente da mamme e bambini oncologici, giunti a Torino lo scorso 5 marzo.
Con Fondazione Lavazza, ha cofinanziato una missione per il trasferimento di bambini gravemente malati dall’Ucraina all’Italia.
In partnership con la Regione Piemonte e l’Ospedale infantile Regina Margherita, ha accompagnato i sanitari del reparto di Oncologia Pediatrica nella località di Iasi, in Romania, ed ha realizzato lo spostamento a Torino di altri 9 bambini pazienti oncologici con le loro famiglie offrendo l’opportunità di avviare o continuare un percorso terapeutico.

testata it

Contemporaneamente, sono state avviate collaborazioni con Enti del Terzo Settore per supportare le famiglie ucraine, con pazienti oncologici, in seguito alle dimissioni dalle strutture ospedaliere e si sta coordinando una raccolta fondi per offrire un sostegno economico ai nuclei familiari assistiti.
Reale Foundation ha inoltre avviato, in partnership con Caddy’s, una raccolta di beni di prima necessità, per un totale di 450 scatoloni raccolti e destinati in buona parte al campo profughi in Moldavia, mentre altri sono stati donati all’associazione Matrioska di Pianezza, che accoglie orfani provenienti dall’Ucraina.

www.realefoundation.org

 

Enel con Save the Children e UNHCR, per l’emergenza in Ucraina

Il Gruppo Enel ha avviato, il 16 marzo, una campagna globale di raccolta fondi rivolta ai propri dipendenti, a supporto delle attività promosse da Save the Children e UNHCR (Agenzia ONU per i Rifugiati). Il meccanismo della raccolta è quello del matching grant, ossia “raddoppio” da parte dell’Azienda (tramite Enel Cuore) per ciascuna donazione realizzata dal singolo dipendente. Parallelamente e in una logica di supporto, è stata portata avanti una campagna di sensibilizzazione tramite interviste video e radio diffuse sui canali aziendali interni.

testata it

www.enel.com

 

Il supporto di FITT all’emergenza in Ucraina

FITT ha messo in atto diverse iniziative nei Paesi in cui opera. In Italia, ha fornito supporto al progetto Città della Speranza, che – insieme ad AIL e Regione Veneto – si occupa di trasferire e curare in Veneto i bambini ucraini affetti da patologie oncologiche. Ha sostenuto il lavoro di UNHCR (Agenzia ONU per i Rifugiati), sia tramite una donazione aziendale sia attraverso una raccolta fondi tra i dipendenti, ottenuta donando una o più ore dello stipendio del mese di marzo (payroll giving). Infine, ha dato la propria disponibilità per l’assunzione di persone rifugiate ucraine, nell’ambito dell’iniziativa Incontra Lavoro Emergenza Ucraina.
In Polonia, ha partecipato ad un concerto di beneficenza a supporto dei rifugiati ucraini, tenutosi in collaborazione con la ong AVSI Poland.

testata it

In Francia e Spagna, ha segnalato ai propri collaboratori la possibilità di supportare privatamente alcune organizzazioni locali che si sono attivate per rispondere all’emergenza umanitaria (Croce Rossa francese e Cáritas Diocesana de Zaragoza).

www.fitt.com

 

Amplifon sostiene UNHCR in Ucraina con un’iniziativa di matching grant

Amplifon ha devoluto, tramite donazione diretta, 1 milione di euro all’UNHCR (Agenzia ONU per i Rifugiati), per sostenere le persone coinvolte nell’emergenza in corso in Ucraina. Inoltre, sempre a sostegno dell’Agenzia ONU per i Rifugiati, ha avviato una raccolta fondi volontaria tra i propri dipendenti con il meccanismo del matching grant che prevede il “raddoppio” da parte della Fondazione Amplifon. In totale sono stati raccolti e donati altri 60 mila euro.

testata it

www.amplifon.com

 

Esselunga per l’emergenza in Ucraina

Esselunga ha avviato una raccolta fondi in collaborazione con Croce Rossa Italiana per rispondere all’emergenza umanitaria in Ucraina. Tramite questa iniziativa, i clienti titolari di Carte Fìdaty hanno potuto contribuire alla campagna utilizzando i punti maturati, per un totale di 2,5 milioni di euro raccolti. A questi, si sono aggiunti, gli oltre 30.000 euro donati da più di 2.000 dipendenti del Gruppo.
Inoltre, l’Azienda sta inviando in Ucraina e nei campi profughi al confine derrate alimentari e prodotti di prima necessità, utilizzando i propri tir o mediante collaborazioni con enti del territorio (Caritas, Federdistribuzione, Protezione Civile, Comuni, ecc.) e donando beni alimentari per le famiglie rifugiate accolte in Italia tramite Onlus, Parrocchie ed Enti non profit.

testata it

www.esselunga.it

 

#Noistiamocongliucraini: la campagna di raccolta fondi di DeA Capital

È stata attivata un’iniziativa di raccolta fondi presso i dipendenti del Gruppo DeA Capital. La società ha poi “raddoppiato” le donazioni offerte dai propri dipendenti tramite il meccanismo del matching grant, per un’elargizione complessiva di 40.000 euro a favore di vari enti e associazioni che si sono attivati per il popolo ucraino con aiuti di ogni genere (cibo, medicinali, bene di prima necessità), tra cui Save the Children, Croce Rossa Italiana, Unicef e Medici senza Frontiere.

www.deacapital.com

 

Sabaf allestisce raccolta beni di prima necessità a favore della popolazione ucraina

Il 7 marzo, Sabaf ha allestito, in uno dei suoi capannoni, un punto di raccolta di beni di prima necessità. In particolare, nelle giornate dal 7 al 14 marzo, dipendenti e collaboratori hanno consegnato medicinali, prodotti sanitari e alimenti. L’iniziativa ha avuto un’ampia adesione: sono stati raccolti undici bancali di beni di prima necessità. Sabaf ha poi aggiunto una quota per l’ulteriore acquisto dei farmaci.

testata it

www.sabafgroup.com/it

 

Irritec aderisce alla campagna Together for Ukraine

Irritec ha aderito alla campagna Together for Ukrain promossa da Reality Check, in collaborazione con altre aziende e associazioni, tra cui Romstal e Valrom per rispondere ai bisogni immediati della popolazione colpita dalla guerra in Ucraina. Nell’ambito dell’iniziativa, è stata organizzata una prima spedizione di medicinali destinata al dipartimento di sanità pubblica del Municipio Chernivtsi, in Ucraina.

www.irritec.it

 

Le iniziative di Wind TRE per l’emergenza in Ucraina

Wind TRE ha attivato diverse iniziative per supportare la popolazione ucraina nella fase di emergenza. Ha messo a disposizione dei suoi clienti di nazionalità ucraina minuti illimitati gratuiti verso operatori telefonici ucraini. La stessa offerta è stata garantita anche ai clienti business, per i quali è stato attivato a titolo gratuito anche un servizio per la protezione da attacchi informatici. Sul piano del fundraising, sono stati distribuiti in tutti i negozi Wind TRE volantini con informazioni su come donare al fondo di emergenza di Medici Senza Frontiere. L’Azienda sta, inoltre, incoraggiando donazioni da parte dei suoi dipendenti destinate a diverse organizzazioni non profit attive in Ucraina. 

testata it

www.windtregroup.it

Share

Youtube


"TRANSIZIONE PER L'AGENDA 2030
Video-racconto del quinto SDG Forum