Dal 2013 al 2016, sono stati attivi all’interno della Fondazione Global Compact Network Italia cinque Gruppi di Lavoro tematici riservati agli aderenti (business e non-business) al Network Italiano del Global Compact e focalizzati su tematiche rientranti nei seguenti campi d’interesse: Diritti Umani, Sustainable Supply-Chain, Sustainability Reporting, Ambiente, Lotta alla corruzione.
I Gruppi di Lavoro si sono caratterizzati per un approccio multi-stakeholder ai temi e per l’alternarsi di momenti di approfondimento (organizzati con il supporto di esperti esterni), di condivisione delle esperienze e di collaborazione volta all’elaborazione di strumenti utilizzabili a supporto della gestione operativa delle tematiche all’interno delle proprie aziende e organizzazioni.

 

I GRUPPI DI LAVORO: FOCUS SU ATTIVITA’ E RISULTATI

 

► Il Gruppo di Lavoro "DIRITTI UMANI" ha operato perseguendo tre obiettivi principali:

  • approfondire la conoscenza del tema dei Diritti Umani in un’ottica di business mettendo in evidenza le implicazioni che essi hanno e/o possono avere per le aziende indipendentemente dal contesto in cui esse operano;
  • contribuire all’elaborazione di strumenti che aiutino le aziende a integrare i Diritti Umani nelle loro pratiche quotidiane;
  • promuovere la tutela dei Diritti Umani attraverso azioni collettive da realizzarsi in collaborazione tra i suoi aderenti.

Nel corso del 2015, è stato sviluppato un Pacchetto formativo di base sul tema “Business & Diritti Umani” ad uso delle aziende aderenti alla Fondazione.

 

Il Gruppo di Lavoro “SUSTAINABLE SUPPLY CHAIN” ha portato avanti un programma attività caratterizzato da un approccio progettuale ed orientato alle seguenti finalità:

  • condividere e implementare uno strumento di monitoraggio delle performance di sostenibilità delle aziende appartenenti alle catene di fornitura dei membri del Network;
  • definire ed implementare dei meccanismi a sostegno delle performance di sostenibilità delle aziende appartenenti alle catene di fornitura dei membri del Network, favorendo nei fornitori l’adozione di migliori pratiche in termini di rispetto dei diritti umani, dei diritti del lavoro, di responsabilità ambientale e di etica degli affari;
  • contribuire, intervenendo sulle catene di fornitura, alla diffusione dei principi e delle pratiche di sostenibilità tra le aziende italiane, con particolare riferimento alle PMI.

In termini di output di lavoro, nell’ambito del Gruppo è stato prima sviluppato un Questionario di valutazione dei fornitori e poi implementato un sistema di condivisione delle informazioni rilevate attraverso l’utilizzo del suddetto Questionario tra le aziende del Network: TenP - Sustainable Supply Chain Self-Assessment Platform.

 

► Il Gruppo di Lavoro REPORTING è nato con l'obiettivo di leggere trasversalmente i framework di rendicontazione di sostenibilità maggiormente utilizzati dalle aziende e di chiarire le connessioni esistenti tra di essi. Successivamente, le attività del Gruppo si sono concentrate su un approfondimento delle modalità di implementazione del principio di materialità nei processi di rendicontazione di sostenibilità delle aziende ed analisi delle potenzialità che tale strumento può avere in termini di integrazione della sostenibilità nella strategia di business delle aziende.
Nel 2015, il Gruppo ha lavorato alla definizione di una metodologia di implementazione del principio di materialità nei processi di rendicontazione di sostenibilità delle aziende a partire da quanto previsto delle Linee Guida GRI-G4 e usando come base di partenza le esperienze delle aziende in materia.

 

► Il Gruppo di Lavoro "AMBIENTE" ha implementato un piano di lavoro articolato nelle seguenti linee programmatiche: i) approfondire l'interdipendenza tra attività imprenditoriale e servizi ecosistemici, partendo da un'analisi delle practice implementate dalle organizzazioni partecipanti; ii) individuare le migliori modalità di rendicontazione delle proprie performance in materia ii) posizionarsi come interlocutore istituzionale sul tema business-biodiversità e servizi ecosistemici in ambito nazionale ed europeo.

A novembre 2015, è stato pubblicato il Report “Making the case: Business, Biodiversity and Ecosytem Services as tool for change”, frutto delle attività del Gruppo di Lavoro.

 

► Il Gruppo di Lavoro "ANTI-CORRUZIONE" è stato istituito con l’obiettivo, da un lato di creare  un’occasione di confronto e approfondimento sui sistemi e sui programmi di compliance aziendali, dall’altro di attivare e implementare attività di dialogo con le istituzioni al fine di promuovere la legalità e la trasparenza nei rapporti di business.
Nel suo periodo di attività, il Gruppo ha portato a termine la produzione di una Matrice delle aree di rischio aziendale con riguardo a fenomeni di corruzione pubblica e privata a cui ha fatto seguito l’implementazione di un percorso di condivisione di casi sulle policy ed iniziative adottate dalle aziende con riguardo alle più rilevanti aree di rischio identificate dalla suddetta Matrice.


Inoltre, tra il 2012 ed il 2014, il Gruppo ha contributo alla predisposizione del regolamento "Rating di Legalità" da parte dell'AGCM - Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato attraverso l’invio di un Position Paper; ha partecipato alla consultazione pubblica avviata dall'AGCM tramite l'invio di Commenti alla bozza di regolamento sul rating  di legalità; ed ha infine sottoscritto con l’AGCM un Protocollo d’Intenti sul Rating di Legalità.

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.